innovazione

Il nuovo set di targhette in Braille stampate in 3D

Data:
19 Gen 2023

ProM Facility presenta le etichette da attaccare sugli oggetti per facilitare la fruizione da parte di persone cieche e ipovedenti

Prosegue il progetto del centro di prototipazione di Polo Meccatronica dedicato alle persone con disabilità visive e finalizzato al miglioramento dell’accessibilità degli spazi pubblici e privati. il 4 gennaio, in occasione della Giornata mondiale del Braille, ProM Facility ha presentato un nuovo set di targhette morbide in poliuretano e di segnalatori rigidi in nylon sovrascritti in Braille. Le nuove etichette possono essere incollate sugli oggetti in casa o negli esercizi commerciali, per renderne immediato l’utilizzo da parte delle persone cieche e ipovedenti.

Il software accessibile e gratuito

Il programma ideato da Matteo Perini, ingegnere della facility di Rovereto e inventore del software, genera in autonomia i file 3D necessari per stampare le targhe e i materiali segnaletici in Braille. I test effettuati con i sistemi Multi Jet Fusion (MJF) e della stereolitografia (SLA) hanno confermato la qualità della definizione e la leggibilità dei testi stampati.

Per promuovere la realizzazione di materiali informativi e di conseguenza l’utilizzo diffuso del programma, ProM Facility ha scelto di caricare in rete il software open-source per renderlo accessibile, in forma gratuita, ai designers progettisti intenzionati a produrre stampe 3D in Braille.

Maggiore accessibilità in casa e negli esercizi commerciali

In occasione della giornata mondiale del Braille, ProM Facility ha presentato un ulteriore passaggio innovativo del programma: la progettazione sul software e la successiva stampa di un set di targhette morbide in poliuretano e di segnalatori rigidi in nylon sovrascritti in Braille, da incollare sugli oggetti di uso quotidiano, come ad esempio l’oliera o lo shampoo. Le etichette sono pratiche e lavabili e oltre all’utilizzo domestico, possono essere usate anche per aumentare l’accessibilità degli ambienti commerciali delle persone cieche e ipovedenti.

Voglio ricevere la newsletter!