innovazione

Stampa 3D: cresce l'offerta tecnologica di ProM Facility

Data:
1 Ago 2018

ProM Facility amplia la propria dotazione di tecnologie per la stampa 3D con il recente arrivo di HP Jet Fusion 4200.

La nuova stampante 3D polimerica consente la creazione, in piccola e media serie, di componenti in Nylon PA12. Con una risoluzione di 1200 dpi ed un volume di lavoro effettivo di 380 x 284 x 380 mm, HP Jet Fusion 4200 permette di realizzare componenti con altissima precisione e in tempi rapidi, senza la necessità di supporti per il sostegno dell'oggetto.

Appena stampati, i pezzi sono già pronti all'uso, riducendo quindi i tempi di pulizia e post processing del componente tipici della stampa 3D. Ideale sia per il singolo prototipo sia per produzioni di 300-700 pezzi a settimana, questa stampante dispone attualmente di quattro diverse tipologie di Nylon PA12, che saranno allargate a 20 entro la fine dell'anno.

Tra i primi componenti, sono stati stampati collettori di raffreddamento e modelli di giunti 3D da installare sulla monoposto elettrica dell'E-Agle Trento Racing Team, la scuderia dell'Università di Trento.

HP Jet Fusion 4200 si aggiunge alla già completa gamma di stampanti polimeriche, metalliche e ibride di ProM Facility, che la rendono un centro di prototipazione tramite stampa 3D unico nel panorama italiano.

L'attuale dotazione tecnologica consente di produrre oggetti di varie dimensioni e in materiali diversi tra cui nylon, resine e vari tipi di metalli, fra cui titanio, alluminio, acciaio e inconel, dal componente metallico per l'industria automobilistica/meccanica/spaziale, al componente estetico in resina passando per tutti i componenti in nylon, validi sia per prototipi sia per pezzi funzionali.

Info su prototypes.promfacility.eu