ProM Facility

 

Frutto della collaborazione fra Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Fondazione Bruno Kessler, Università degli Studi di Trento e Confindustria Trento, i laboratori della ProM Facility offrono alle aziende della filiera meccatronica una piattaforma integrata per la progettazione, lo sviluppo, la realizzazione, la verifica e la validazione di sistemi e processi produttivi.

Secondo i principi della “Industry 4.0”, permettono di comprimere i tempi di sviluppo/prototipazione attraverso la dotazione delle seguenti aree:

  • meccanica: 3d printing, AM-machining
  • elettronica: schede e sistemi integrati
  • ICT: simulazione, networking, Internet of Things
  • integrazione di sistema: prototipazione di prodotto
  • metrologia: misurazione accurata del prodotto, qualifica e certificazione

I laboratori della ProM Facility (Prototipazione Meccatronica) sono aperti anche alla formazione specialistica di studenti delle scuole tecniche e professionali, per tesi di laurea e di dottorato e per l’aggiornamento del personale tecnico aziendale del comparto meccanico e meccatronico.

La superficie complessivamente dedicata ai laboratori di prototipazione meccatronica è di 6.000 mq, di cui 1.500 mq destinati alla ProM Facility che, pienamente operativa da giugno 2017, è già dotata di macchinari del valore totale di 5 milioni di euro.

Tra i fiori all’occhiello della ProM Facility, una macchina utensile integrata che funziona contemporaneamente come centro di lavoro per la fresatura a controllo numerico su cinque assi e come sistema di produzione additivo (“additive manufacturing”) mediante sinterizzazione e fusione di polveri metalliche tramite fascio laser, costruita da una ditta multinazionale e consegnata alla ProM come primo esemplare venduto in Italia. Ma nella dotazione di punta della ProM c’è anche una macchina per il taglio laser combinato di tubi e lamiere di vari materiali, lunga 18 metri: si tratta della Adige-sys LC5 del valore di circa 1 milione di euro, costruita nello stabilimento Adige-BLM Group di Levico Terme e messa a disposizione gratuitamente dall’azienda nell’ambito di una partnership con Polo Meccatronica. Disponibili inoltre due stampanti 3D per la realizzazione di componenti mediante sinterizzazione o fusione selettiva di polveri metalliche e polimeriche tramite raggio laser, uno scanner 3D, un tornio ad elettromandrino con programmazione a controllo numerico, oltre a numerose altre apparecchiature specialistiche.

Il protocollo d’intesa per la gestione condivisa della ProM Facility è stato siglato nel pomeriggio di lunedì 3 aprile 2017 da: Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Fondazione Bruno Kessler, Confindustria Trento e Università degli studi di Trento.

Se vuoi saperne di più visita la landing page promfacility.eu

Un progetto finanziato da: